Loading...

Editoriale

La voce delle imprese deve essere ascoltata

Di Valerio Veronesi, Presidente Cna Bologna

Un’impresa su cinque a rischio chiusura nel primo semestre 2021. Questo è l’esito del sondaggio realizzato da Cna Bologna sulle sue imprese, un sondaggio il cui dettaglio lo potete leggere nelle pagine successive.

Sapevamo che l’emergenza Covid avrebbe messo in grave difficoltà le imprese e che gli effetti più impattanti sarebbero arrivati nel 2021. Però vederlo così scritto nero su bianco ci fa molto riflettere. E soprattutto ci fa capire che le imprese hanno ancora più bisogno di Cna.

Lo scorso anno la nostra associazione si è impegnata a fondo per sostenere le imprese in un momento di grande confusione, quando la sera non si sapeva se l’azienda avrebbe potuto aprire la mattina dopo. Decreti del Governo (i famosi Dpcm) in continua evoluzione, poi protocolli sicurezza da studiare, applicare, rispettare e far rispettare ai propri clienti.

“Un’impresa su cinque a rischio chiusura, nel 2021 gli effetti più pesanti della crisi, ora le aziende devono ottenere risposte”

E poi quelle non tante ma comunque strategiche opportunità per resistere: gli ammortizzatori sociali, i bonus, i ristori.

“Cna C’è” abbiamo detto e scritto, perché Cna e i suoi collaboratori hanno dato una risposta alle innumerevoli domande che le aziende ponevano. A qualsiasi ora di ogni giornata, senza guardare se fosse un feriale o un festivo.

Ma quest’anno le imprese chiedono ancora di più, la crisi le sta incalzando, le difficoltà che hanno portato alla nascita del nuovo Governo non le rassicurano, il contagio non sta rallentando come si sperava e il piano dei vaccini sta subendo troppi ritardi. Ora occorre non solo rispondere alle domande delle aziende, non solo portare le loro esigenze ai tavoli nazionali e locali, ma anche capire che non si può sperare sempre nella pazienza delle imprese.

Le quali certamente rispetteranno sempre i protocolli, avranno sempre attenzione alla salute dei loro dipendenti e dei loro clienti, ma non accetteranno limitazioni ormai davvero superabili. Le aziende del benessere chiedono che i loro clienti possano varcare i confini Comunali per andare dall’acconciatore e dall’estetista di fiducia. I ristoratori chiedono di poter aprire anche la sera. E così per molte altre categorie.

“Verranno sempre rispettati i protocolli. Ma ormai è tempo che certe limitazioni imposte alle imprese vengano superate”

Quest’anno sarà l’anno del rinnovo delle cariche assembleari in Cna. Ci saranno assemblee nazionali, regionali e bolognesi in cui saranno eletti presidenti e presidenze. L’anno giusto, dunque, per dare ancora più voce alla comunità delle imprese Cna, una voce che ora deve essere ascoltata.

Per scrivere a Valerio Veronesi
ilpresidenterisponde@bo.cna.it

Impresa Artigiana & PMI - Anno XVII - 1° sup al numero 1/2021. Periodico della Cna - Aut del Tribunale n° 6 del 25/06/04. Dir Resp: Barbara L.